Triangolo delle Bermuda

triangolo delle bermuda

Triangolo delle Bermuda: storia di un mistero

Quando si parla di Triangolo delle Bermuda si parla di mistero e questo è, da qualche anno a questa parte, un dato di fatto. Cosa ha alimentato questa leggenda? Una serie di accadimenti che, nonostante anni di studi, ricerche e ipotesi, risultano ancora molto poco chiari. Può essere utile, quindi, far il punto della situazione, per cercare di capire il mistero connesso al Triangolo delle Bermuda.

il triangolo delle bermudeTriangolo delle Bermuda: dove si trova?

La prima domanda a cui si deve rispondere, prima di addentrarsi nel fitto mistero, è questa: dove si trova il Triangolo delle Bermude?
Per la precisione, questo noto triangolo si trova nell’Oceano Atlantico settentrionale. Si tratta di una zona che ha l’omonima forma geometrica, da cui prende il nome. I vertici del triangolo in questione sono i seguenti:

 

  • vertice Nord – il punto più meridionale dell’ isola principale dell’arcipelago delle Bermude
  • vertice Sud – il punto più orientale dell’isola di Porto Rico;
  • vertice Ovest – il punto più a Sud della penisola della Florida.

Possiamo, in questo modo, tracciare tre linee virtuali, che vanno a congiungere i vertici sopra elencati: il risultato sarà proprio il cosiddetto Triangolo delle Bermuda. Di certo, però, questa zona non è nota solo ed esclusivamente per la posizione geografica. Come detto prima, infatti, il triangolo delle Bermude è conosciuto per una serie di fitti misteri e navi affondate.

Il mistero del Triangolo delle Bermuda

Digitando ‘Triangolo delle Bermuda misteri’, il motore di ricerca ci dà diversi risultati, tutti molto interessanti e degni di un approfondimento.
La prima cosa che va sottolineata è che, a partire dagli anni ’50, questa vastissima zona di mare è stata lo scenario di una serie di sparizioni di navi e aerei. Il numero, naturalmente approssimativo, è di circa 1800 e questo ha fatto guadagnare a questa zona il soprannome di Triangolo del Diavolo.
Come si può immaginare, nonostante tutti definissero la zona come maledetta, il Triangolo delle Bermuda è stato, ed è tuttora, molto noto e tanti sono stati i documentari, film, romanzi dedicati proprio alla vicenda.
Il primo libro in assoluto che ha parlato del Triangolo delle Bermuda è apparso nel 1974, a opera di Charles Berlitz. Si tratta del libro, divenuto un vero e proprio best seller, ‘The Bermuda Triangle’, nel quale si cerca di spiegare il tutto accostandolo alla presenza degli UFO.
Da quel momento, moltissime altre opere e tante parole sono state dedicate alla zona. Nonostante tutto, però, si deve sottolineare che, come spiegato dalla Guardia Costiera statunitense, la zona del Triangolo delle Bermuda non è così maledetta. Il numero di incidenti, infatti, è nella norma e molti di questi sono accaduti non per cause ignote, dovute a qualche magia o imputabili al paranormale.

Triangolo delle Bermuda leggenda, libri e filmografia

Ma come nasce la leggenda del Triangolo delle Bermuda? Fu nel 1950 che si iniziarono ad avere le prime notizie in merito a degli strani accadimenti nella zona in questione. Fu proprio in quell’anno che apparve un lungo articolo di Edward Van Winkle Jones seguito, nel corso degli anni, da molti altri.
In tutti si parlava della sparizione di aerei e navi: si incominciò così a parlare di possibili cause soprannaturali, affrontate in molti libri, tra cui il sopracitato, che rimane il più noto in materia.
Il mistero delle navi affondate nel Triangolo delle Bermuda e degli aerei scomparsi cattura l’attenzione del pubblico di tutto il mondo, che si interessa all’argomento.
Anche la filmografia correlata è molto ricca e nasce in seguito alla pubblicazione del libro di Berlitz, che avvenne nel 1974, e che dimostrò che il Triangolo delle Bermuda era un argomento di vivo interesse. Quasi tutti i film che hanno questo come tema sono molto simili tra loro. Si parla di extraterrestri, paranormale, avventure e molto altro ancora.
Nel 1977 Spielberg parla dell’ipotesi di rapimenti alieni nel film ‘Incontri ravvicinati del terzo tipo’, ma molti sono i film che parlano della questione.
Anche nel nostro Paese si parlò molto del fenomeno. Nel 1976, uno sceneggiato della RAI parlava proprio del Triangolo delle Bermuda e questo fu solo il primo di diversi altri titoli.

La risoluzione del mistero

Ad oggi, si è probabilmente addivenuti alla soluzione del mistero. Si pensa, infatti, che le navi e gli aerei che sono spariti in quella zona nel corso del tempo potrebbero aver avuto degli incidenti causati da alcuni fenomeni meteorologici.
Lo studio che ha portato alla nascita di questa tesi è stato condotto da un nutrito gruppo di scienziati, con a capo il dottor Steve Miller, noto meteorologo satellitare alla Colorado State University. Si è parlato, quindi, della possibilità di incidenti causati da nubi esagonali, anche note come bombe d’aria. Navi e aerei, quindi, si sarebbero trovati dinanzi una coltre di nuvole definite assassine, al di sotto della quale il vento supererebbe i 270km/h. Detto questo, quindi, si potrebbe ben spiegare il tutto ma va da sé che, come sempre in questi casi, si deve utilizzare il condizionale finché non si porrà definitivamente il punto fine alla questione del famigerato Triangolo delle Bermude.

Facci sapere cosa ne pensi!

Leave a reply

Entra nella nostra favolosa Community!

Riceverai subito l'esclusivo e-book 'Rituali D'Amore Segreti' e successivamente ti verranno spediti inviti esclusivi e vantaggi per i soli membri della community

Ti sei iscritto con successo!