L’Eremita nei tarocchi

l'eremitaL’eremita nei Tarocchi: la carta della ricerca.

L’Eremita è la  carta degli Arcani Maggiori dei Tarocchi che porta il numero nove, è una carta definita in vari modi:  Vecchio, Vegliardo, Saggio, Diogene,  Osservatore;  rappresenta la ricerca e l’osservazione, la sapienza, la saggezza, la comprensione e l’ascesa dell’anima verso livelli più alti, la meditazione, la riflessione.

L’Eremita simboleggia la prudenza, la cautela ma non dettati da incertezze o paure ma bensì dalla consapevolezza dell’essere, la ricerca dei risultati  perseguiti con filosofia analitica, con attenta osservazione. La carta padroneggia la conoscenza e il sapere, va oltre le apparenze, studia le verità superficiali e approfondisce filosoficamente la consapevolezza.

In senso positivo l’Eremita sprona a avanzare, con intelligenza e prudenza ma indica “l’andare avanti”, la conquista di obbiettivi, la realizzazione di progetti ponderati, spiritualità e evoluzione: fine di un ciclo.

In negativo indica egoismo, egocentrismo, tendenza alla dipendenza, superficialità, pigrizia, asocialità, carattere taciturno, solitudine.

Nella divinazione è sempre indice di problematiche da affrontare ma segnala anche la capacità di risolverle, porta consigli e incita alla calma, alla ponderatezza; può in alcuni casi segnalare problemi comportamentali di un congiunto, o di se stessi nell’inconscio; a secondo degli abbinamenti con altre carte  indica “brutto carattere”, litigiosità, scarsa comunicazione, isolamento, malinconia.

La carta porta la figura di un vecchio saggio, con una lunga barba candida, lo sfondo è buio e senza stelle, egli si appoggia a un bastone e porta una lanterna. Il vecchio è avvolto da un mantello, “l’atmosfera” e l’ambientazione  dell’Arcano Maggiore, è di isolamento, distacco, solitudine, meditazione, può essere “letta” anche come profonda tristezza.

Corrispondenze:

Alchimia: simboleggia la putrefazione

Astrologia: identifica il dio Giove in Sagittario o Giove in Leone

Cabala: corrisponde alla lettera  teth dell’alfabeto ebraico

I Ching: corrisponde al segno LXI La verità intrinseca o l’oscurità che vince sulla luce.

Magia: ascesa magica, o segreto da non rivelare

Tags:

Facci sapere cosa ne pensi!

Leave a reply

Entra nella nostra favolosa Community!

Riceverai subito l'esclusivo e-book 'Rituali D'Amore Segreti' e successivamente ti verranno spediti inviti esclusivi e vantaggi per i soli membri della community

Ti sei iscritto con successo!