Ufo, avvistamenti e misteri ufologici

ufo

Ufo, avvistamenti e misteri ufologici

Ufo, acronimo dell’espressione inglese Unidentified Flying Object/Unknown Flying Object, è la parola con la quale si indica un fenomeno le cui cause restano sconosciute all’osservatore. L’espressione fu coniata nel 1952 dalla United States Air Force, per riferirsi agli avvistamenti di oggetti volanti non identificati; il primo avvistamento risale al 1947 e si è verificato negli USA, ad opera del pilota Kenneth Arnold, e ha dato origine al popolare nome di “disco volante”. Da allora, gli avvistamenti si sono moltiplicati, e il termine ufo è passato ad indicare le (presunte) navi spaziali aliene: nella cultura moderna il mistero ha assunto un ruolo di primo piano, innescando persino l’avvio di culti religiosi intorno al fenomeno. In italiano la parola ufo è a volte resa dal termine OVNI (Oggetto Volante Non Identificato).

In senso stretto, la parola ufo è riferibile a qualsiasi oggetto comparso in maniera inaspettata all’interno di un radar, senza aver precedentemente comunicato il proprio identificativo: in tal caso esso è senz’altro un “oggetto volante non identificato“, almeno fino a quando non comunichi i dati necessari per la propria identificazione. Nell’immaginario comune, però, il termine ufo è passato a indicare proprio gli avvistamenti di oggetti spaziali alieni: un ufo, o disco volante, è il presunto velivolo di origine extraterrestre in procinto di sbarcare sul nostro pianeta. Naturalmente la forma di un ufo difficilmente è sempre ovoidale o sferica, ma spesso è anche oblunga, cilindrica o sigariforme (i cosiddetti “sigari volanti”), globulare (“globi volanti”), conica, triangolare o poligonale. Per approfondimenti sull’argomento puoi andare QUI.

Avvistamenti ufo

A partire dalla seconda guerra mondiale, gli avvistamenti degli Unidentified Flying Objects si moltiplicano e un profondo interesse nei confronti del mistero ufo nasce e si concretizza in una scienza nuova, l’ufologia (a dire il vero definita dalla maggior parte del mondo scientifico una “pseudoscienza”). I numerosi studi in merito precisano che non vi è alcuna prova scientifica della loro esistenza, tuttavia gli avvistamenti proseguono e non si riesce a dare una spiegazione chiara del fenomeno (attribuito di volta in volta a isteria di massa, errori di identificazione, falsi a scopo pubblicitario). Presunti avvistamenti ufo sono stati spiegati con il fatto che tali fenomeni sarebbero naturali, ma ancora poco conosciuti, ad esempio fulmini globulari o fuochi fatui.

Gli avvistamenti ufo sono diventati popolari, come si è accennato, a partire dalla seconda metà degli anni Quaranta: gli avvistamenti ufo nel mondo sono stati effettuati sia da persone comuni, sia da militari o civili facenti parte dell’aviazione. A seconda della tipologia di testimoni, gli avvistamenti ufo si dividono in individuali e collettivi: nel primo caso, l’avvistamento è effettuato da una singola persona, nel secondo da una massa di persone riunite, anche casualmente, nello stesso luogo. Filmati e video che documentano presunti avvistamenti e misteri ufologici sono stati diffusi ovunque nel mondo: a volte si tratta di veri e propri falsi, foto e video di ufo modificati ad arte, allo scopo di suscitare interesse. Molti filmati e video di ufo sono reperibili su Internet, e spesso tali filmati lasciano a bocca aperta lo spettatore: in alcuni casi, come l’ufo di Aviano, il video mostra un oggetto discoidale, il tipico oggetto identificato dall’iconografia collettiva come ufo, ma il filmato non sembra essere stato oggetto di manipolazione: le immagini non sono state modificate, dunque il caso rimane aperto e controverso, e l’oggetto non è stato ancora identificato (anche se molti ritengono si tratti di un velivolo terrestre).

Tra gli ultimi avvistamenti, di recente, proprio in Italia si è avuto un avvistamento ufo collettivo, a Catania: su Internet viene diffuso il video di questa segnalazione straordinaria dell’ennesimo mistero ufo, avvenuta nella notte del 20 settembre ad opera di ben sei testimoni. Si tratta di uno dei misteri ufologici più avvincenti di sempre: i testimoni raccontano di aver avvistato “due luci sospese in cielo”, molto in alto, “lato mare”; luci bianche così luminose da essere accecanti, che si sono mosse per un po’ “prima di scomparire nel nulla”. Insieme a questo comunicato è stato diffuso in rete il video del presunto avvistamento ufo: le immagini sono di buona qualità e non sembrano essere state manipolate, le luci bianche non sono state identificate e quindi il caso rientra a pieno diritto tra i misteri ufologici degli ultimi tempi, ai quali non si riesce a dare spiegazione.

Avvistamenti ufo in Italia

In Italia il primo caso documentato di avvistamenti ufo risale al 1933, a Varese: alcuni documenti dimostrerebbero che un presunto ufo si sarebbe schiantato in una campagna presso Vergiate.
Un avvistamento ancora più spettacolare si ha nel 1954, quando addirittura il quotidiano La Nazione, a Firenze, racconta che “Filamenti di vetro cadono su città toscane dopo il passaggio di globi e dischi volanti”. I filamenti di vetro sarebbero la cosiddetta “bambagia silicea” (capelli d’angelo), una sostanza bianca filamentosa, presente spesso in casi di avvistamenti di ufo e di altri oggetti volanti non identificati.

Tra i (presunti) avvistamenti alieni si ha il caso di Fortunato Zanfretta, ex metronotte genovese, il quale ha dichiarato di essere stato rapito nella notte tra i 6 e il 7 dicembre del 1978; l’uomo ha raccontato sotto ipnosi che il rapimento era stato effettuato ad opera di alieni. Il caso è controverso, e rientra tra i misteri ufologici che hanno suscitato maggiori polemiche: si è discusso soprattutto di una presunta strumentalizzazione da parte di ufologi e giornalisti.

Sempre nel 1978, alle falde del Musinè (Torino) due giovani vedono una intensa luce; uno dei due si avvicina alla fonte luminosa e scompare. Viene ritrovato successivamente, in stato di shock e con una bruciatura su una gamba; racconta di essere stato toccato e sollevato da alcuni esseri scesi da un veicolo di forma oblunga. Per un certo periodo dopo l’avvistamento, entrambi i giovani soffrirono di forte congiuntivite.

Avvistamenti ufo nel mondo

Presunti avvistamenti ufo sono stati riferiti e riportati nelle cronache addirittura medioevali, rinascimentali e di epoche persino antecedenti; avvistamenti di presunte “navi volanti” (airships) si sono avuti di frequente nel corso dell’Ottocento. Con molta probabilità, si trattava di semplici dirigibili; ma i dubbi non sono mai stati chiariti e il mistero non è mai stato risolto.

Durante la seconda guerra mondiale, si moltiplicano gli avvistamenti di oggetti volanti non identificati, che spesso vengono scambiati per armi segrete nemiche: si tratta invece di veri e propri ufo, che spesso mostrano incredibili abilità e affascinanti capacità di manovra, al limite delle leggi fisiche conosciute. Si parla di avvistamenti alieni.

A partire dalla Seconda guerra mondiale, gli avvistamenti e i misteri ufologici si susseguono a velocità molto ravvicinata. Non è questa la sede per entrare nel dettaglio dei numerosi e importanti avvistamenti che si sono avuti nel corso degli anni; fino agli avvistamenti ufo del 2017, recentissimi: quelli del Perù, quello di Catania cui già si è accennato, e quelli estivi (l’estate del 2017 è stata ricca di avvistamenti di oggetti volanti non identificati).

 

 

 

 

 

Entra nella nostra favolosa Community!

Riceverai subito l'esclusivo e-book 'Rituali D'Amore Segreti' e successivamente ti verranno spediti inviti esclusivi e vantaggi per i soli membri della community

Ti sei iscritto con successo!