Taoismo

taoismoIl Taoismo

Il taoismo è una religione, una filosofia e un modo di vita che ha origine in Cina, dalla commistione tra l’antica filosofia cinese e le opere spirituali di Lao Tzi, antico filosofo e scrittore cinese. Il taoismo è una delle principali religioni al mondo, è panteistica, e la sua teologia è imperniata sul concetto del “Tao” (la “via”), ossia il flusso, la forza eterna che scorre incessantemente, ed è in continua trasformazione. In ambito occidentale è tradotto talvolta come “il Principio”. Il Tao è l’Universo stesso, il suo incessante divenire.

Il taoismo in breve

Il taoismo professa la non violenza, il rispetto nei confronti della Natura, nei confronti degli altri esseri viventi, del proprio corpo e del proprio spirito. Il taoismo è una religione atea: non crede nell’esistenza di un unico Dio creatore che ha formato il mondo. Non esiste un unico fondatore al quale potere attribuire la nascita di questa religione filosofica: il taoismo è una religione sincretica che porta in sé, mescolati e profondamente intrecciati, insegnamenti e tradizioni provenienti dall’antichissima cultura cinese, da tradizioni esoteriche e scuole di pensiero, in particolare dell’Evo antico, e ancora il corpus filosofico degli scritti di Lao Tsi, di Lie Tsi, di Yang Zhu, e la religiosità popolare cinese.

Il taoismo è una religione aperta, egualitaria, tollerante. Un taoista non si sognerebbe mai di porre il taoismo al di sopra delle altre religioni, e sa che nell’incessante divenire delle cose ciascuno si realizza seguendo la propria via, sconosciuta agli altri ma perfettamente chiara a se stesso.

Il simbolo del taoismo, lo yin e yang, ha conosciuto una popolarità senza precedenti anche in Occidente; rappresenta anch’esso il divenire incessante, la polarità degli estremi: ogni volta che un polo viene raggiunto, si passa immediatamente a quello opposto, e così via, in un incessante fluire, suggerito forse inizialmente dal continuo e incessante avvicendarsi delle stagioni e delle cose. Le due metà del cerchio rappresentano ciascuna uno dei due poli, il femminile e il maschile, il giorno e la notte, la luna e il sole, e via dicendo.

I poli opposti lasciano l’uno lo spazio all’altro, così quando lo Yin raggiunge l’apice lascia il posto al polo Yang, e questo determina l’equilibrio. Ciò vale anche per la nostra psiche: essa non deve eliminare necessariamente le pulsioni distruttive, ma integrarle in qualcosa di costruttivo.

Principi fondamentali del taoismo

L’uomo, per vivere felice, deve seguire il Tao senza ostacolarlo. Lasciar fluire liberamente le cose, lasciarle accadere: lasciare che raggiungano il proprio naturale equilibrio. Questo però, attenzione, non vuol dire rimanere oziosi: il principio fondamentale del taoismo, quello dell’inazione (wu wei) rappresenta soltanto la conformità al Tao: il Tao non fa nulla, eppure tutto è compiuto ugualmente. Bisogna evitare di turbare l’armonia dell’Universo.

Ogni cosa segue il proprio sviluppo e la propria legge: la sola cosa che l’uomo deve fare è conoscere queste leggi, per essere sicuro di conformarsi ad esse il più possibile, e lasciar fare tutto al Tao.

Taoismo e Confucianesimo

Il taoismo si situa tra le tre grandi dottrine cinesi: confucianesimo, buddhismo e taoismo.

A differenza del Confucianesimo, il Taoismo non ha una “data di nascita”, perché come abbiamo detto nasce come religione sincretica, prendendo forma in maniera graduale e integrando durante il cammino i vari elementi che poi sono confluiti a comporne la dottrina. Il taoismo esalta la spontaneità; esso non concepisce neanche il Creatore, ossia la Divinità dalla quale scaturisce tutto il resto, bensì un unico incessante fluire dal quale scaturiscono tutte le cose. Tutto è Dio.

Il taoismo si presenta come dottrina volta al raggiungimento dell’immortalità, che va conseguita prendendo possesso del proprio corpo in modo graduale, facendo scaturire da esso un “corpo alchemico” non soggetto a decadenza. Le pratiche per conseguire l’immortalità si dividono in pratiche per nutrire lo spirito e pratiche per nutrire la vita o il corpo. Le pratiche per lo spirito si sostanziano nel riconoscimento delle proprie colpe, il compimento di buone azioni, la purezza di vita.

Le pratiche per nutrire il corpo consistono invece in diete particolari, e in pratiche di tipo sessuale, respiratorio, alchimistico. Una pratica respiratoria molto interessante, ad esempio, è quella della respirazione controllata: nel corpo si immette piano piano il ch’i, il soffio vitale più sottile, per nutrirlo e scacciare fuori la parte densa e impura, e riempire il corpo di materia “pulita”: pura come il cielo immortale.

Taoismo e sessualità

taoismoAnche la sessualità, nell’ambito del taoismo, concorre a far raggiungere l’immortalità. Il rapporto sessuale è una pratica spirituale, anticamente chiamata da alcune sette taoiste “Unione delle Energie”. Secondo il taoismo, nel corpo è contenuto il jing, l’essenza vitale che mantiene in vita il corpo; essa diminuisce ogni volta che si perdono fluidi corporei, in particolare lo sperma. Ecco perché a una minore frequenza delle eiaculazioni corrisponderebbe un maggior soffio vitale: la “conservazione del seme” è uno dei punti chiave della sessualità taoista, dal momento che eiaculare troppo di frequente porterebbe a una perdita eccessiva di fluido vitale e a un conseguente affaticamento, malattia, morte.

La donna, nel taoismo, ha un ruolo di primo piano: innanzi tutto, essa genera la vita e va stimolata e soddisfatta; in secondo luogo, essa non esce impoverita dall’atto sessuale, e non deve quindi preoccuparsi dell’eiaculazione e della conseguente perdita di jing. In ogni caso spesso la donna era in posizione di inferiorità per altri motivi: molti testi del taoismo trattano la sessualità esclusivamente da un punto di vista maschile, incoraggiano l’uomo ad avere rapporti sessuali con molte donne diverse, e a scegliere donne che fossero belle e non avessero avuto figli. In altri testi, la donna era addirittura vista come un nemico, perché poteva causare la perdita di jing; o ancora era considerata un mero oggetto, un qualcosa dal quale attingere vitalità.

Luoghi e testi sacri del taoismo

Luoghi sacri del taoismo in Cina sono le Cinque Montagne Sacre: il Monte Song, il Monte Tai, il Monte Heng (picco del Nord), il Monte Hua, e il Monte Heng (Picco del Sud).

Per quanto riguarda i testi sacri del taoismo, possiamo citarne quattro: il Daozang (Canone Taoista), il Tao Te Ching, il Libro dei Mutamenti e il Libro del Vuoto Perfetto.

Il Taoismo: frasi e aforismi

Ecco poche semplici frasi che danno un assaggio di cosa sia il taoismo e della sua dottrina. Regalaci un like alla pagina Fb restando in contatto con noi e accedi al contenuto!

 

 

Entra nella nostra favolosa Community!

Riceverai subito l'esclusivo e-book 'Rituali D'Amore Segreti' e successivamente ti verranno spediti inviti esclusivi e vantaggi per i soli membri della community

Ti sei iscritto con successo!