Necronomicon

necronomicon

Necronomicon

Il Necronomicon è uno pseudobiblium, ossia un libro mai scritto che però viene citato come se fosse reale in altre opere, soprattutto di tipo horror o fantascientifico. Il titolo del libro, Necronomicon, fu creato dallo scrittore statunitense Howard Phillips Lovecraft; lo stesso autore sostiene che questo nome, apparsogli in sogno, significa “La descrizione delle Leggi che governano i Morti”.

Necronomicon, in effetti, è parola che deriva dall’insieme di tre parole greche: nekros (cadavere), nomos (legge) ed eikon (descrizione, immagine). Dopo i due “grandi” Libri (la Bibbia e il Corano), esso è uno dei manoscritti più chiacchierati e citati: un libro maledetto, secondo chi crede alla sua esistenza rilegato in pelle umana, e scritto con il sangue. Si tratta del libro che serve a richiamare i morti dalle viscere della Terra. Lo puoi trovare QUI.

Il Necronomicon esiste?

Secondo Lovecraft, l’autore del Necronomicon sarebbe l’arabo “pazzo” Abdul Alhazred (parola che in inglese suona come: “all has read”, “ha letto ogni cosa”). Abdul Alhazred sarebbe vissuto in Yemen nell’VIII secolo, e dopo aver scritto il libro sarebbe morto in circostanze misteriose (secondo alcuni, trascinato e fatto a pezzi da una forza invisibile). Dopo di allora, il Necronomicon scomparve dalla circolazione per un po’ di tempo, passando intanto di mano in mano e venendo tradotto in varie lingue, greco e latino in particolare, per poi arrivare ai giorni nostri tradotto in tutte le principali lingue del mondo (del Necronomicon perciò esisterebbe anche una traduzione in italiano).

L’esistenza o meno del Necronomicon è altamente controversa. Secondo Lovecrft, il Necronomicon non esiste ed è una sua invenzione: creato da lui per dare una patina di verosimiglianza ai propri racconti, è stato poi preso sul serio e ritenuto reale dai suoi lettori, al punto che lo stesso autore ha dovuto chiarire che il libro non esiste e non è mai stato reale – nonostante questo, c’è ancora chi crede all’esistenza del Necronomicon.

Secondo Lovecraft, il Necronomicon conterrebbe una descrizione dei Grandi Antichi (creature mitologiche semidivine) insieme a un’indicazione sui metodi per invocarli. Il libro fu tradotto in greco nel 950, e poi in latino nel 1228. Sembra poi che, a partire dal Medioevo, il Necronomicon sia stato