Erbe magiche

erbe magicheErbe Magiche

I molti poteri delle erbe magiche e delle piante magiche: amore, di protezione, per il lavoro, portafortuna e curative.

Conoscere le proprietà e gli utilizzi delle erbe e piante magiche   se si pratica la magia e si è frequentatori assidui del mondo esoterico è fondamentale; le erbe magiche affiancate ad altri strumenti magici, come le candele, le orazioni e i riti del fuoco hanno un grande potere, esse possono essere impiegate sia nella Magia Bianca che nella Magia Rossa, ed anche nella Magia Verde importante e potente, questa magia si avvale del potere delle piante che portano dentro di sé l’essenza del “Tutto” ovvero del bene e del male; oltre che nella Magia Nera, il potere e l’effetto delle erbe magiche cambia in base alla destinazione rituale nella quale vengono inserite; chi afferma che ogni erba ha un solo potere e un solo utilizzo commette un errore.

Vuoi parlare con altri di erbe magiche?

Le erbe magiche e piante magiche Essenziali per incantesimi più utilizzate

Qui di seguito un breve elenco di alcune erbe magiche, tra le più comuni da procurarsi.

ALLORO PROPRIETA’ MAGICHE:  L’alloro o Lauro è noto ai più che sia una delle maggiori piante magiche, e necessita di un piccolo approfondimento. Solo la Pizia al tempo dell’oracolo di Delfi poteva masticare le foglie dell’alloro che inducevano nel vaticinio. L’alloro è anche chiamato pianta profetica proprio per questo motivo, si usava bruciare rami interi di alloro e profetizzare poi il responso divino. Usanza arrivata sino a noi, tanto che nelle campagne emiliane si traevano auspici sul futuro raccolto bruciando foglie di alloro;se il crepitio era vivace, il raccolto sarebbe stato abbondante. L’allora come pianta purifica e accresce la forza dell’incantesimo, è un erba magica adatta ai riti di protezione, portare addosso le foglie protegge da negatività, per la purificazione della casa bruciare le foglie polverizzate. E’ una delle piante magiche più potenti in Magia, molto utilizzato per svariati rituali.

ANACARDO: viene utilizzata nei riti propiziatori. E’ un portafortuna, e serve per attirare denaro denaro e la riuscita dei progetti. Sempre presente nei riti di Magia Verde.

ANICE STELLATO: a questa pianta profumatissima sono attribuiti Poteri Psichici, i semi vengono bruciati come incenso, oppure portati addosso amplificano i poteri divinatori.

CALENDOLA: la calendola con i suoi fiori arancio trovata comunemente nei campi (Calendula officinalis) è utilizzata come pianta magica per evocare la guarigione dalle pene d’amore e quindi la serenità. Infatti tale pianta viene utilizzata per preparare creme e unghienti adatti a rimarginare ferite e piaghe della pelle.

ANICE COMUNE: pianta dai grandi poteri protettivi, viene utilizzata principalmente nei riti con le candele, contro il malocchio e per proteggere dopo l’annullamento di una fattura.

CHIODI DI GAROFANO: sono i fiori di una pianta molto rara chiamata Eugenia; vengono utilizzati negli incantesimi per favorire l’amore, la felicità e il denaro.

IPERICO: detta anche erba “scacciadiavoli” è una pianta dal potere grandissimo contro il male, da utilizzare nei casi di malessere o di disgrazie continue, questo è indice di maledizione o fattura, l’Iperico può contrastare e proteggere da tutto quello che di negativo ci circonda, da utilizzare durante i riti, da portare addosso e da spargere negli ambienti, oppure fare dei piccoli fasci e appenderli negli angoli. La leggenda narra che nella notte di San Giovanni (da qui l’iperico è chiamato anche come erba di San Giovanni) se un malcapitavo rimaneva fuori in strada dove orde di streghe accorrevano per il loro rito, poteva proteggersi avendo con se questa pianta magica, l’iperico, insieme alla ruta, e all’aglio. In molti paesi europei sempre la stessa notte si usava cingersi di questa pianta le tempie, e ballare fino a tardi, quando la festa era terminata queste “coroncine” venivano gettate nei tetti delle case per preservarle dai fulmini. L’iperico ha tutt’oggi potere contro le bruciature, e rispetto al simbolismo cristiano ha un senso in effetti.

LAVANDA: erba magica delicata e odorosa, portatrice di felicità, favorisce l’accrescere delle energie personali, rende l’aura più leggera, è portatrice d’amore e purificazione; durante gli incantesimi viene bruciata con altre erbe magiche propiziatorie, tenuta in casa porta serenità.

MENTA: questa pianta dal profumo fresco e persistente è molto usata in magia, soprattutto per la salute, per migliorare l’attenzione e la lucidità mentale; è sempre presente nei riti per favorire la guarigione, porta forte  purificazione se bruciata come incenso; aggiunta nell’acqua del bagno allontana la negatività dalla persona. Spesso utilizzata anche per i riti d’amore.

Malva proprietà magiche

Le proprietà magiche della malva sono poco discusse, erroneamente, in quanto questa pianta ha antichi saperi racchiusi entro la sua inflorescenza. Malva Silvestris, piante magiche eliotropiche , poichè orientano i suoi grandi fiori rosa/violetti verso il sole. Anticamente usata come cibo povero e semplice, in epoca romana serviva a neutralizzare gli effetti post nottate di eccessi. Plinio ad esempio considerava la Malva e le sue proprietà magiche una panacea per ogni male, indicando anche alcuni rimedi. Si dice che la radice della pianta magica della Malva fosse messa in una lana scura e portata come amuleto, per evitare infezioni, mentre bollita e aggiunta nel latte eliminava la tosse in pochi giorni.  Rispetto invece alle proprietà magiche amorose la Malva aumenta il desiderio sessuale, ed è quindi un afrodisiaco, nello specifico si usa legare tre radici di questa pianta magica vicino alle zone intime.

La Malva, proprietà magiche per Alberto Magno da il ” de secentis mulierum” : la malva qui viene indicata tra le piante magiche perchè usata come cartina tornasole per indicare se una giovane ragazza è illibata o no.

I vari metodi di utilizzo delle erbe magiche: come usarle

Le erbe magiche si possono usare in vari modi, sia fresche che essiccate; possono essere bruciate come incenso; portate addosso dentro piccoli sacchetti di stoffa, utilizzate per bagni e abluzioni, appese in casa o conservate nei cassetti, durante i rituali e gli incantesimi possono essere usate singolarmente o mescolate ad altre erbe magiche, acqua o altri ingredienti magici. Vengono affiancate nei riti alle candele, ai metalli, al fuoco e all’acqua. Per le guarigioni spesso le erbe magiche vengono utilizzate per decotti e pozioni da bere, nel corso del rito benefico.

Piante magiche portafortuna da tenere in casa:

se il vostro interesse è conoscere delle piante magiche da tenere in casa come portafortuna, possiamo consigliare il ciclamino, il tronchetto della felicità, la felce (ricchezza), il Sorbo, la Skimmia e i Bonsai in generale. Il significato delle piante magiche è molto ampio, ci vorrebbero libri e libri per identificarne ogni aspetto, per ora accontentiamoci di questo articolo, a breve arriverà un bell’approfondimento sulla famosissima pianta magica, da harry potter agli esoteristi, tutti la conoscono, ed è la ” Mandragora”.

Facci sapere cosa ne pensi!

Leave a reply

Entra nella nostra favolosa Community!

Riceverai subito l'esclusivo e-book 'Rituali D'Amore Segreti' e successivamente ti verranno spediti inviti esclusivi e vantaggi per i soli membri della community

Ti sei iscritto con successo!